Home In evidenza Zoom sull’avversario: l’Atalanta di Gasperini.

Zoom sull’avversario: l’Atalanta di Gasperini.

27
SHARE

Domenica allo stadio Atleti Azzurri d’Italia Atalanta e Roma si affronteranno in quello che si preannuncia un match piuttosto equilibrato e decisivo ai fini della qualificazione in Champions League. Le due squadre distanziano l’una dall’altra di soli 2 punti, motivo per il quale entrambe giocheranno per portare a casa il bottino pieno e cercare di ridurre ulteriormente il ritardo dal Milan, attualmente quarto in classifica a +1 sulla Roma. La compagine di Giampiero Gasperini si è ormai tolta di dosso l’etichetta di “squadra rivelazione”, forte di due stagioni altamente soddisfacenti sotto il punto di vista sportivo, andando ad un passo dalla storica qualificazione agli Ottavi di finale di Europa League soltanto 12 mesi fa. In estate la volontà della famiglia Percassi era quella di consegnare nelle mani del tecnico di Grugliasco una rosa in grado di essere competitiva su più fronti, andando a rinforzare in particolar modo la qualità delle seconde linee. Complice l’eliminazione anzitempo dall’Europa League causata dal Copenaghen, la dea ha potuto variare maggiormente il suo undici nel corso di questa prima metà di stagione ottenendo ottimi risultati, un gruppo molto coeso e dei principi tattici preziosi dettati da mister Gasperini.
L’Atalanta infatti propone un calcio molto propositivo, sempre improntato ad un maggior possesso palla rispetto all’avversario, uno-due, triangolazioni e continua ricerca della superiorità numerica. Ciò che più impressiona sono i risultati ottenuti con le dirette concorrenti: il 3-3 nel match d’andata contro la Roma, il 2-2 a San Siro con il Milan, le vittorie casalinghe contro Inter e Lazio e, seppur non sia propriamente uno scontro diretto, il 2-2 contro la Juventus. Risultati di fronte ai quali diventa difficile rimanere indifferenti, e soprattutto non permettono all’Atalanta di potersi più nascondere, proiettandola di diritto come diretta interessata alla lotta quarto posto.
In queste settimane le luci della ribalta sono state esclusivamente di Duvan Zapata, attaccante colombiano partito in sordina ma autore di 14 gol nelle ultime 7 gare. Inutile sottolineare il grande periodo di forma del centravanti orobico, al quale dovranno fare particolarmente attenzione Manolas e Fazio, chiamati in causa domenica più che mai affinché la sua striscia positiva possa interrompersi proprio contro i giallorossi.
Di fondamentale importanza sarà l’approccio al match per la Roma, che dovrà limitare il furore agonistico messo in campo dai bergamaschi soprattutto nelle battute iniziali del match. Alla lunga, la continua ricerca della pressione alta e dell’1 contro 1 potrebbe far stancare i padroni di casa facendoli calare quantomeno atleticamente, momento nel quale i ragazzi di Di Francesco dovranno punire l’avversario per cominciare al meglio questo mini ciclo di partite ( il 3 febbraio Roma-Milan) che potrà dire molto sulla corsa al piazzamento Champions.

Commenta