Home RC Press Stadio Roma, Raggi: “Si allo stadio e no alla speculazione”

Stadio Roma, Raggi: “Si allo stadio e no alla speculazione”

14
SHARE

Virginia Raggi, Sindaco di Roma, è stata intervistata da Radio Radio ed ha parlato dello Stadio della Roma. Queste le sue parole:

Avete previsto un approfondimento sugli studi del flusso del traffico per lo stadio?
Si abbiamo previsto una revisione sul piano del traffico e della viabilità, perché alla luce delle intercettazioni il dubbio è venuto. Poi se invece sarà tutto riscontrato nella norma sarà nostro dovere portare avanti il progetto, ma effettivamente quello squarcio di intercettazioni ci deve far attivare per verificare tutta la procedura.

Qualora si dovesse verificare che c’è effettivamente bisogno del Ponte di Traiano…
Eviterei in questo momento di fare previsioni.

Però bisognerebbe fare una revisione sulla delibera…
In caso di anomalia ci sarà bisogno di una revisione di quanto fatto. Al momento mi limito a dire che guardiamo tutto con molta attenzione ma dobbiamo aspettare, vista anche la delicatezza delle indagini della Procura.

Si era parlato anche di sistema Raggi. Sono partite le querele?
I nostri avvocati stanno scrivendo molto. Le accuse sono state vergognose.

Alla fine però è venuto fuori che Parnasi aveva rapporti con tutti e non con lei…
Questo è. Umanamente mi sono abituata, però vediamo bene come spesso le notizie vengono manipolate. Fare il giornalista è una bellissima professione perché ti consente di raccontare tutto, ma bisogna avere l’onesta di raccontare. Il limite della verità va sempre rispettato, si può anche criticare in maniera molto aspra senza però mai superare quel limite.

Prima di essere eletta lei aveva detto di voler ritirare la deibera di pubblico nteresse sullo stadio della Roma, poi sappiamo come è andata. Alla luce di quanto successo l’avrebbe ritirata?
Nel corso della campagna elettorale abbiamo fatto delle valutazioni, però dico una cosa: si allo stadio e no alla speculazione, anche perché riqualificare quell’area non è da scartare. Le cose possono essere fatte bene e se verranno fatte in questo modo, abbiamo tutto l’interesse nell’andare avanti, ma ripeto c’è da chiarire bene tutti i passaggi.

Commenta