Home In evidenza PIANO B: RIEPILOGO

PIANO B: RIEPILOGO

16
SHARE

46esima puntata di Roma Crew ON AIR

Inizia il “Piano B” per la Roma, che a pochi giorni di distanza dovrà scontrarsi prima con Bologna e poi, finalmente, con il Barcellona.

Il Parterre odierno è composto da Pi Effe, Michela ed Edoardo.

La puntata si apre con il collegamento telefonico con Leonardo Bocci degli Actual, la prima domanda non può non essere sul big match di mercoledì sera

“La partita contro i Blaugrana farà tornare in scena Serie Romanista. Non credo al momento ci sia qualcuno che pensi al Bologna; e spero che il risultato del Camp Nou non sia lo stesso dell’ultima volta.
Vorrei un risultato aperto per giocarsela al ritorno.
I pronostici sono sempre difficili per queste partite ma dico 1-0.
Se fossi Di Francesco saprei che i giocatori sono e devono essere abituati a queste dinamiche, sono professionisti e sanno di dover giocare ogni partita, inoltre qualche ragazzo potrebbe sfruttare la chance di sabato per avere la possibilità di giocare poi in Champions.
Preparare la sfida con il Bologna è come uscire con una ragazza bruttina sapendo che tra pochi giorni si uscirà con la ragazza dei propri sogni”.

Ricordando poi l’appuntamento per Martedì con il nuovo episodio di Serie Romanista.

La domanda che invece si fa in studio è il papabile uomo partita, da ambo i lati; avendo tenuto molti ballottaggi la scelta non è facile in casa Roma, si pensa ad un El Sharaawy, spesso risolutivo in occasioni delicate, ad uno Schick che si spera si possa sbloccare.

Proprio del numero 14 vengono analizzate le difficoltà incontrate sin adesso, sicuramente avrà influenzato la preparazione non adeguata, e le continue ricadute fisiche, ma il problema risiede principalmente nella testa del calciatore, e lo si evince anche dalle sue dichiarazioni, del trovarsi meglio a giocare con una punta vicino, quando invece il grande giocatore sa le proprie qualità e sa di avere bisogno solo di giocare.

Schick deve imparare a lavorare con abnegazione per far fruttare al meglio la grande tecnica di cui è dotato, e deve staccarsi il peso del cartellino che si porta appresso, e iniziare ad acquisire fiducia.

Nel Bologna, per tradizione, spaventa Destro, che come ogni ex che si rispetti, cercherà di timbrare il cartellino.

Nella seconda metà della puntata interviene telefonicamente anche Federico Marconi; si continua a parlare della sfida al Dall’Ara, e si evince l’importanza di questa gara proprio dal punto di vista di un consolidamento di squadra matura capace di saper pensare partita per partita.

Il nostro bomberino, si dice comunque fiducioso di un lavoro interno a Trigoria, che porti la squadra di Di Francesco concentrata sul match contro i Felsinei.

Infine un’ultima battuta sulla preparazione in vista della sfida dei Quarti, che bisognerà affrontare con la giusta cattiveria agonistica e consapevolezza nei propri mezzi, senza caricare in maniera eccessiva lo spogliatoio, per non risentire dell’effetto contrario di quello sperato.

Come sempre, risate e perle non mancano, come quella della nostra Michela, alla lettura della formazione del Bologna:

“Pane, Santurro e Marmellata”

Se volete scoprire come si sono divisi i ruoli di Bella e le Bestie, o se siete curiosi di sapere chi tra loro è mai stato ad Amsterdam guardatevi l’episodio, ma occhio a non scivolare, il pavimento è bagnato!

 

Commenta