Home In evidenza Perotti=Champions

Perotti=Champions

178
SHARE

Pensi alla Champions e non può non tornare alla mente Diego Perotti.
Tutto iniziò il 28 maggio 2017…Data che rimarrà per sempre nella memoria di ogni tifoso romanista, ma grazie a Diego non solo per l’addio al calcio del capitano…
Si, perchè El Monito fù proprio decisivo nella giornata dell’addio al calcio del capitano.
Diego, scaraventò con un potente sinistro il pallone in porta al 90esimo, sotto la Sud, segnando il decisivo gol del 3-2 contro la sua ex squadra (il Genoa) che consegnò il secondo posto ai giallorossi ai danni del Napoli, rete che significò Champions League diretta senza dover passare dai preliminari.
Da lì in poi, il percorso dell’argentino in Europa fu esaltante, gol importantissimi anche durante la fase a gironi sia contro il Chelsea all’olimpico nella notte magica del 3-0 agli uomini guidati da Antonio Conte, sia quello che consegnò alla Roma contro il Qarabag il primo posto storico (non accade molto spesso da queste parti…l’ultima volta nel 2008 con mister Ranieri) nel girone, ai danni proprio dei blues e dell’Atletico del cholo Simeone.
Diego quest’anno ha giocato solamente 118 minuti, i 28 conclusivi del Bernabeu contro il Real e quelli della disastrosa trasferta di Bologna che costrinse la squadra ad un ritiro forzato prima del match contro il Frosinone e con un Derby alle porte.
Da lì Perotti è entrato dentro un calvario, un tunnel lunghissimo, quasi un buco nero dalla quale sembra finalmente vedersi uno spiraglio di luce.
Da domani infatti il numero 8 giallorosso tornerà ad allenarsi in gruppo, lasciandosi alle spalle il peggio.
La voglia di Roma è tanta e infatti Diego si è presentato a Trigoria anche in questi due giorni di riposo lasciati alla squadra da parte di mister Di Francesco.
Questo per il tecnico è un segnale importante e un recupero fondamentale in vista degli impegni ravvicinati e importantissimi sia in Campionato che proprio nella “sua” Champions League.
Quindi la Roma è pronta a riabbracciare il suo Monito. Il Monito è pronto a riprendersi la sua Roma.

Commenta