Home In evidenza SENZA PAURA

SENZA PAURA

5
SHARE

Fa mes qui vol que no qui pod

Fa più chi vuole che chi può, questo famoso detto Catalano rispecchia a pieno la mentalità con cui la Roma dovrà fronteggiare il suo prossimo avversario.

Il Barcellona di Leo Messi sarà protagonista dello scontro ai Quarti di Finale di Champions League.

This is why we play

A prescindere da fortuna o sfortuna, arrivati a questo punto del cammino Europeo, la probabilità di affrontare una big era elevatissima.

La reazione in casa Giallorossa  ha messo in secondo piano la solita maledizione della sorte e ha mostrato un ambiente carico e stimolato per una sfida che permette di confrontarsi con una squadra quasi perfetta.

 

In primis Edin Dzeko, l’uomo del momento, si è espresso attraverso i Social

“Queste partite sono il motivo per cui giochiamo tutta la stagione per giocare la Champions League: per giocare contro i migliori”

Anche il mister Di Francesco, nella conferenza che anticipava la sfida con il Crotone ha voluto dire il suo pensiero

“Dobbiamo prendere tutto con positività, siamo contenti”

La Roma ha già dimostrato di esser capace di compiere imprese Europee riuscendosi a qualificare in testa ad un girone con coefficiente di difficoltà molto elevato, e ora, la sfida con il Barca, appare un buon banco di prova per capire quanto questa squadra sia cresciuta.

Punti Forti

 

La squadra del tecnico Ernesto Valverde è un ottimo esempio di solidità difensiva mixata ad un attacco fenomenale.

Imbarazzanti sono i numeri di Leo Messi, che con 25 gol in Liga (e 6 in Champions), si avvicina a vincere l’ennesimo titolo di Pichichi .

Con il nuovo assetto tattico (4-2-2), la squadra Catalana ha trovato anche maggior solidità difensiva, ed è la miglior difesa Europea con soli 2 gol subiti.

Perché si può fare

Il calcio è uno sport molto particolare, in cui non sempre la legge del più forte è rispettata.

Proprio contro i Blaugrana, l’Olimpico ebbe la fortuna di assistere ad uno dei più belli, e sicuramente al più importante, gol di Alessandro Florenzi. quel tiro da centrocampo che si insaccò alle spalle di Ter Stegen e che per una notte rese la Roma alla pari della squadra di alieni.

La Roma dovrà lottare su ogni pallone e coprire ogni centimetro di campo, per mettere in difficoltà una squadra abituata a giocare per certi traguardi.

Il fatto che ci ritengano avversari modesti può aiutare la nostra squadra a giocare con più motivazioni, e chissà che per una volta la squadra che vuole, riuscirà a fare di più della squadra che può.

Commenta