Home In evidenza Nations League: ecco le cose da sapere.

Nations League: ecco le cose da sapere.

32
SHARE

Oggi parte la Nations League, la nuova competizione ideata dall’UEFA che ha come obiettivo la riduzione del numero di partite amichevoli, dando anche la garanzia di 4 posti per 4 squadre alla prossima fase a gironi degli europei itineranti 2020. (Questo succederebbe solo qualora non abbiano già ottenuto il pass con le consuete qualificazioni). La manifestazione si concluderà il 9 giugno 2019, e vedrà partecipare 55 nazionali suddivise in 4 leghe, in base al ranking UEFA pregresso, e saranno così suddivise: 12 squadre la Lega A, 12 squadre la Lega B, 15 squadre la Lega C e le restanti 16 nella D. Ogni Lega avrà diversi giorni al suo interno, che possono essere formati da 3 o da 4 squadre.

Quindi in ogni fase della competizione si affronteranno soltanto squadre della stessa Lega. Avremo così 4 gironi da 3 squadre per Lega A e B, mentre per la Lega C e la D avremo 4 squadre per girone. Le partite saranno sia andata che ritorno, in casa dell’una o dell’altra nazionale, e si giocheranno durante le 3 pause per le Nazionali, ovvero 9 settembre, 11/14 ottobre e 15/18 novembre. La gara di apertura sarà Kazakistan-Georgia, oggi alle 16, mentre l’Italia scenderà in campo soltanto domani a Bologna contro la Polonia. Gli altri impegni degli azzurri sono: 10 settembre a Lisbona contro il Portogallo, 14 ottobre contro la Polonia fuori casa e il 17 novembre in casa contro il Portogallo. Al termine della fase a gironi avremo quindi 4 squadre per Lega, per un totale di 16. Ogni Lega ha un tabellone separato con due semifinali in gara unica e una finale sempre in gara unica. La vincitrice di ogni tabellone guadagnerà l’accesso a EURO 2020. Qualora la vincitrice dovesse essere già qualificata, andrebbe di diritto all’europeo la squadra successiva nella rispettiva Lega. Per le restanti nazionali vincitrici dei gironi della Nations League, ci sarà la possibilità di andare agli spareggi.

Commenta