Home In evidenza La Roma nel Mondo.

La Roma nel Mondo.

63
SHARE

Ieri sera sono stati ben 6 i giocatori giallorossi a rappresentare le proprie nazionali in giro per l’Europa. A partire dall’estremo difensore Robin Olsen, che ha difeso i pali della Svezia di Jan Anderson nello 0-0 maturato al Kaliningrad Stadium contro la Russia. Il numero 1 giallorosso si è reso grande protagonista al minuto 82, quando su conclusione di Kuzyaev compie un intervento prodigioso smorzando la palla diretta all’incrocio dei pali.

La Francia neo campione del mondo non è andata oltre il 2-2 contro l’Islanda, in una sorta di replay del quarto di finale di Euro2016, dove i bleus ebbero la meglio con un sonoro 5-2. In campo per tutti i novanta minuti il mediano giallorosso Steven Nzonzi, autore di una gara ordinata al fianco di Pogba (sostituito al 67′ da Ndombele) nel 4-2-3-1 schierato da Didier Deschamps. Il giocatore nativo di La Garenne-Colombes si è messo in mostra al 43′, quando con una conclusione dai 25 metri ha impegnato il portiere islandese Runarsson il quale si è rifugiato in calcio d’angolo.

Finisce a reti bianche l’amichevole tra la Turchia di Cengiz Under e la Bosnia di Edin Dzeko disputata al Caykur Didi Stadium. L’esterno mancino giallorosso ha presidiato la corsia di destra nel 4-3-3, andando a completare il tridente offensivo assieme ad Unal e Chalanoglu. La sua partita si è interrotta all’80’ venendo sostituito dall’attaccante dell’Huesca (fanalino di coda della Liga Spagnola) Serdar Gurler. Il Cigno di Sarajevo ha toccato ben pochi palloni, complice l’atteggiamento abbastanza remissivo dell’undici schierato dal C.T. Robert Prosinecki. Alla fine del primo tempo il bomber romano è rientrato nella girandola di cambi effettuata in ottica Nations League, dove la Bosnia sarà impegnata Lunedì alle 20.45 contro l’Irlanda del Nord.

Seppur entrambi dalla panchina, anche Luca Pellegrini e Nicolò Zaniolo hanno preso parte all’amichevole tra Italia U21 e Belgio, terminata sul risultato di 0-1 grazie al gran gol di Amuzu. Il terzino sinistro è subentrato al 60′ ad Adjapong, senza infamia e senza lode controllando la fascia di sua competenza. L’ex primavera dell’Inter al 60′ ha preso il posto del peggiore in campo Alessandro Murgia, il quale sul finire del primo tempo si è divorato di testa il possibile gol del vantaggio azzurro. Zaniolo è riuscito a portare più imprevedibilità ed estro con il suo ingresso nello sfortunato assedio finale azzurro, non riuscendo ad evitare però l’ennesima delusione per Mister Di Biagio.

Commenta