Home In evidenza AVANTI SENZA SOSTA: RIEPILOGO

AVANTI SENZA SOSTA: RIEPILOGO

20
SHARE

44esima puntata di Roma Crew ON AIR

Sono due ore “Avanti Senza Sosta” per Cristian, Sara ed Eleven Secco.

Inizia la settimana che ci porterà verso il match contro il Bologna di sabato 31 Marzo.

Ed è proprio questa partita al centro di una prima analisi da parte del parterre, una sfida che può rivelarsi pericolosa, perché oltre il campo difficile storicamente per i giallorossi, la testa di molti potrebbe essere proiettata alla sfida di Champions League con il Barcellona che si disputerà 4 giorni dopo.

Tutti sono stati d’accordo sull’utilizzo del turnover finalizzato a far riposare alcuni calciatori, la cui perfetta condizione fisica con cui arrivare al Camp Nou passa per un turno di riposo al Dall’Ara.

Dzeko è uno di questi,  il bosniaco infatti è un giocatore chiave che è bene preservare per farlo arrivare al top della condizione in una partita in cui bisognerà dare il 110%; nel corso della puntata poi è intervenuto attraverso collegamento telefonico Pi effe, che ha ribadito il concetto di un Edin che se in giornata, può matare il Barcellona.

Proprio in funzione del riposo concesso al numero 9, si suppone che la maggior parte della scena sarà presa da Patrik Schick, a segno con la sua nazionale, che ha la possibilità per cercare nuovamente di entrare nei meccanismi della squadra, cosa che fino ad adesso non è riuscito a fare in modo completo; importante sarà trovare la giusta fiducia e giocare ignorando il costo del suo cartellino.

Perciò turnover si ma con criterio, per evitare di buttare una partita a causa di un ricambio troppo massiccio come già accaduto questa stagione in Coppa Italia, perché come è stato detto giustamente, questa settimana il nostro Barcellona è proprio il Bologna.

Si è poi passato ad un bilancio su quanto fatto dal centrocampo della Roma in questa stagione.

Di De Rossi e Strootman, tutti in studio hanno apprezzato la crescita, mentre si aspetta ancora la maturazione di Pellegrini nonostante abbia già fatto vedere buone cose.

Discorso più particolare quello legato a Nainggolan che ha fatto sentire meno il suo peso in zona gol quest’anno e di questo ne ha risentito tutto l’attacco della Roma, con un Dzeko troppo spesso lasciato a far reparto da solo e con pochi palloni giocabili.

Nella seconda parte della puntata è intervenuto ai microfoni Riccardo Cotumaccio, al quale è stata rivolta la domanda su un pensiero generale della stagione della Roma

“Il Giudizio è in media con le tre competizioni; in Coppa Italia il voto è molto basso in quanto la squadra non ha rispettato le aspettative.
In Campionato ha fatto il percorso che mi aspettavo con il Napoli che ha mantenuto l’assetto di squadra dell’anno precedente e che potrebbe riuscire a sorprendere la Juventus.
La Champions è stata la grande notizia di questa stagione non solamente per il raggiungimento dei Quarti di Finale, ma proprio per il percorso che si è fatto per arrivare fin qui.
Complessivamente è una stagione da 6 e mezzo tendente al 7, ma bisognerà mantenere la terza posizione e allontanare Inter e Lazio più discontinue di noi.”

Il pensiero  poi su Di Francesco e Pallotta

Di Francesco merita la conferma per quanto è riuscito a fare nel suo primo anno. La Roma è costretta a fare un mercato di un certo tipo caratterizzato da cessioni importanti, e nonostante questo è sempre rimasta competitiva al di là degli zero trofei; l’unica macchia della presidenza oltre a quella di una mancanza dello sponsor tecnico è l’indifferenza velata che c’è nei confronti della Coppa Italia, competizione dove si avrebbe la possibilità di arrivare fino in fondo ma che viene sempre messa in disparte per ricercare un posto in campionato che consenta l’accesso alla Champions in funzione di un vantaggio per le casse della Roma.
Pallotta ribadisce l’importanza del fatturato, ma ha ragione in parte perché le Coppe italia si vincono a priori.
Comunque la Roma negli ultimi anni è sempre stata nelle zone calde del Campionato, ed è la squadra che in Europa è seconda solo alla Juventus come rappresentanza italiana, per puntare allo scudetto bisognerebbe fare come il Napoli il quale però rischia un crollo morale se a maggio si dovesse ritrovare senza niente in mano.”

Una piccola chiosa finale sulla sfida di Champions

“La Roma ha lo 0.05% di possibilità di passare il turno, per la stagione che sta facendo il Barcellona che ha quasi archiviato il discorso Liga; l’uomo chiave della Champions League è stato Edin Dzeko.”

La puntata è quindi trascorsa nel finale con il lancio del gioco del pronostico di Bologna-Roma, dove, commentando sotto il video con #pronostico indicando il risultato esatto ed i marcatori romanisti, avrete la possibilità di vincere un CD degli ASR Music.

Chiudiamo come ha aperto la puntata, con un ricordo a Fabrizio Frizzi, personaggio di grandissima caratura della Tv italiana di cui sentiremo tutti la mancanza, e a Bruno Boban, giocatore 25enne del Nogometni Klub Zagreb, scomparso tragicamente in campo.

Commenta