Home In evidenza AMARCORD: Parma-ROMA (2014-2015)

AMARCORD: Parma-ROMA (2014-2015)

19
SHARE

Torna Roma Crew ON AIR e non può mancare l’Amarcord settimanale che quest’oggi ci porta indietro di 4 anni…
Parma-Roma in tutto il tifo giallorosso rievoca ricordi dolci, dolcissimi, soprattutto se si gioca all’ultima giornata di campionato.
Nel 2000-2001 la Roma di Fabio Capello si laureò Campione d’Italia per la terza volta nella sua storia proprio contro i gialloblù.
Vittoria per 3-1 all’Olimpico senza storia e Roma campione.
Ma anche all’andata di quel campionato al Tardini la Roma vinse una partita ai fini del Campionato decisiva grazie alla doppietta di Gabriel Omar Batistuta in rimonta.
Il match che vi raccontiamo però è datato 24 settembre 2014. Era la Roma di Rudi Garcia, inizio campionato, ma i giallorossi sono lanciati venendo da diverse vittorie consecutive.
La gara però era iniziata con i ritmi bassissimi: la Roma con il suo tipico possesso palla e il Parma ad aspettare con il chiaro l’intento di Donadoni di lasciare meno spazio possibile alle ripartenze di Gervinho e compagnia.

Alla Roma serve un’invenzione per passare. E l’invenzione Garcia non può che chiederla a Totti, che quasi mai tocca il pallone per due volte consecutive prima di lanciare un compagno. Tra un colpo di tacco per innescare Gervinho in contropiede (è il 23′, bravo Mendes a limitare in angolo) e un filtrante ancora per l’ivoriano che non aggancia, si arriva al minuto 27′, quando il capitano giallorosso innesca il sinistro di Ljajic, che batte Mirante e firma il primo stagionale, dando ragione a Garcia che a sorpresa l’aveva lanciato titolare al posto di Florenzi.

Nel secondo tempo subito botta e risposta tra Gervinho e Cassano: al 9′ l’ivoriano con il destro in contropiede sfiora il raddoppio, al 10′ Cassano dai 20 metri impegna De Sanctis in un difficile intervento. E dall’angolo che ne segue Torosidis si perde De Ceglie che di testa firma il pareggio.

Sembra finita così, sul pareggio. E invece doveva ancora andare in onda il gioiello di Pjanic (proprio lui…..) che regala con una punizione il 2-1 finale.

La Roma passa pure a Parma. E lo fa quando l’1-1 sembrava non dover cambiare più, perché la squadra di Garcia aveva già fallito con Florenzi il colpo del k.o. e quella di Donadoni aveva già prodotto il massimo sforzo per raggiungere il pareggio.
Finisce con i giocatori della Roma che festeggiano di corsa sotto il settore ospiti.
Roma HA VINTO!

Commenta